Pubblicato in: cura del corpo, Viso

Maschere viso a confronto : Delidea vs Cien

Talvolta mi soffermo a pensare che ad ogni apertura di una bustina di maschera per il viso, ci siano i miei pori che gridano tutti insieme “evvaiiiiiiiiiii” nella beatitudine della consapevolezza di diventare, presto, molto più profondamente lindi.

Non tutte le maschere viso sono uguali (ma che te lo dico a fare….), e se anche tu hai avuto la fortuna di essere più o meno giovane negli anni del “Topexan” sai di cosa sto parlando…Sinceramente non ho più cercato tra gli scaffali quell’intruglio misterioso, che bruciava come l’inferno quando esplode un oleodotto, a causa di una fuoriuscita nucleare, c’è ancora? Ora si chiama “accendi grill” per caso?

Mah, misteri che mai troveranno risposta.

Nella fanciullesca incoscienza di che cosa fosse un INCI (andiamo, nell’etichetta davanti è SCRITTO che la tua pelle sarà bellissima, ma potrei forse non crederci???) penso di aver maltrattato fin troppo la mia pelle.

Neppure tanto per i brufoli quanto per i punti neri, ovviamente utilizzando creme comedogene e ricche di siliconi, non potevo che creare soltanto un terreno ancor più fertile per eruzioni vulcaniche e crateri lunari di vario genere.

Visto che, come si dice, meglio tardi che mai, ho iniziato successivamente a prendermi davvero cura della mia pelle ed infatti, una volta a settimana, le concedo il tempo per ristorarsi con una mascherina viso.

Oggi ti vorrei parlare di due maschere in particolare che ho provato negli ultimi tempi:

  • Maschera viso purificante mela e bambù di DELIDEA (reperibile presso Tigotà ed Acqua e Sapone al prezzo di 1,99 € per due bustine contenenti 10 ml ciascuna);
  • Maschera purificante zinco e argilla di CIEN (reperibile presso i supermercati Lidl al prezzo di 0,99 € per due bustine contenenti 8 ml ciascuna).

Questa la mia esperienza con la maschera DELIDEA :

Mi piace molto la profumazione che trovo delicata e molto naturale, si sente chiaramente la mela senza che questo sia un aroma invadente o particolarmente sintetico.

Personalmente, applico le maschere sempre su viso precedentemente lavato con un detergente delicato, avendo cura poi di picchiettare con una spugnetta/dischetto di cotone un pò d’acqua tiepida sulla pelle.

Ho il terrore che mi si secchino addosso con effetto “La Cosa”, di cui ho prelevato un “frammento” (letteralmente…) nella consueta enorme disponibilità del web …Thing_002

La consistenza di questo prodotto è quella tipica delle maschere all’argilla, ha un colore grigio/verde molto tenue e si stende con grande facilità, nonostante siano presenti al suo interno moltissimi piccoli granuli.

IMG_3302.JPG

Con altrettanta rapidità si riesce poi a sciacquarla dal viso, emulsionando con un pò d’acqua e massaggiando leggermente, così da formare una morbida cremina e permettere ai microgranuli, contenuti nel prodotto, di agire anche come esfoliante “meccanico”.

Una bustina basta per due applicazioni, sicchè con una confezione si può fare tranquillamente un trattamento di un mese.

Non ho percepito alcun fastidio nè durante il tempo di posa (dai 10 ai 15 minuti), nè durante la stesura del prodotto, la pelle non ha risentito di alcun bruciore molesto o di rossori fuori ordinanza.

Devo dire che, dopo un mese, ho notato una sensibile diminuzione dei punti neri (ovvio, non è che stiamo parlando del “miracolo della sparizione dei punti neri”…), ed anche un appena percettibile definizione della grana della pelle e diminuzione dei crateri.

Scusa, volevo dire dei pori.

Sono seriamente convinta che un utilizzo costante di questo prodotto possa garantire risultati più che apprezzabili nel medio/lungo termine.

Passiamo ora alla versione low cost proposta da Cien.

La prima cosa che ti voglio dire circa questa maschera riguarda la sua consistenza, sembra molto più una crema ricca, burrosa e densa, si stende con grande facilità ed è veramente morbida e setosa sulla pelle.

Si presenta con un color azzurro pastello molto lieve, ed una profumazione piacevole che ricorda molto il sale e le note marine in generale.

Metto in pratica sempre la stessa procedura di applicazione, ovvero su viso pulito ed inumidito.

Sinceramente ho percepito da subito un certo fastidioso pizzicore nella zona del naso, appena applicata, nulla di assolutamente inaccettabile tant’è che ho mantenuto il tempo di posa di 10 minuti, ma è un “difetto” che mi fa pensare che non sia delicata come quella di Delidea.

Considera che anche qui, benchè le bustine contengano 2 ml in meno di prodotto, si possono fare 4 trattamenti settimanali, sicchè ho potuto valutarne gli effetti confrondandoli sul medesimo lasso di tempo.

Ora, non so ancora dove siano gli effetti, se per caso dovessero farsi vivi nei prossimi giorni, naturalmente te lo farò sapere….

Nessun miglioramento.

Ma nessuno, neanche uno piccolo, microscopico.

In buona sostanza è stato un trattamento che definirei completamente inutile.

Non so dire se dipenda dal fatto che è necessario più tempo alla maschera Cien per poter veder concretizzati i promessi risultati, ma con la versione di Delidea qualcosa dopo un mese già si iniziava a vedere, il che mi induce a pensare che l’efficacia sia un pò più consistente e rapida.

In nessuno dei due casi, dopo il risciacquo, ho notato rossori mentre un pò di lucidità, soprattutto localizzata sulla fronte, si è presentata ad ogni trattamento, con entrambe le marche.

Ma questo è piuttosto normale per la mia pelle.

E’ grassa ma sensibile e molto reattiva, perciò necessità di una buona dose di crema per potersi riequilibrare dopo una profonda pulizia.

A conti fatti, io ti consiglio la versione mela (non avvelenata) di Delidea, perchè è un trattamento che mi ha permesso di vedere un cambiamento tangibile dopo poco tempo, inoltre ha un costo più che accettabile ed è facilmente reperibile.

Cosa non da poco, Delidea è una maschera certificata bio, mentre Cien contiene vari ingredienti sintetici, non oli minerali e i siliconi che ci sono in altre anche più blasonate e costose, ma sicuramente non credo si possano paragonare i due INCI senza notare gli abissi che li dividono.

Non ho apprezzato particolarmente l’aggiunta dei coloranti che ritengo veramente superficiali, amo i prodotti trasparenti o della naturale colorazione dopo la miscelazione, in fin dei conti non siamo al cospetto di un prodotto dedicato al make up, perciò non vedo dove stia l’importanza di appesantire l’INCI con i coloranti….

Boh.

Questa è una piccola digressione mia che non ha nulla a che vedere, ovviamente, con l’efficacia di cui ti ho raccontato sopra.

INCI maschera Delidea :

Aqua, alcohol denat.*, glycerin, argilla, macadamia ternifolia seed oil *, helianthus annus seed oil*, zinc oxide, kaolin, arachidyl alcohol, arachidyl glucoside, behenyl alcohol, butyrospermum parkii butter*, chondrus crispus powder, cetearyl alcohol, citrus limon fruit water*, pyrus malus fruit water, phyllostachis bambusoides leaf extract*, theobroma cacao seed butter*, myristyl glucoside, squalene, montmorrillonite, myristyl alcohol, xanthan gum, beta-sitosterol, mica, tocopherol, parfum (da oli essenziali naturali).

(* = ingredienti biologici)

INCI maschera Cien :

Aqua, kaolin, glycerin, coco-glucoside, sodium acrylate/sodium acryloydimethyl taurate copolymer, CI77891, zinc PCA, panthenol, propylene glycol, hamamelis virginiana water, allantoin, citric acid, tetrasodium EDTA, parfum, alcohol, caprylyl glycol, phenoxyethanol, CI42090.

Se hai la pelle molto molto sensibile, secondo il mio modesto parere scarta fin da subito la maschera CIEN, non credo ne trarrai alcun giovamento, mentre mi sento di consigliarti di provare la maschera Delidea, che in negozio puoi trovare in diverse varianti per pelli mature, secche e sensibili.

Non è da moltissimo che mi sono buttata sulle maschere viso, fino a qualche tempo fa ho sempre preferito altri tipi di trattamento, ma alcune mi stanno piacendo molto, altre ho già in mente di provarle, mentre per te “mascherarti” è un trattamento che ti concedi con costante frequenza settimanalmente? Hai provato questi due marchi e condividi la mia esperienza o hai riscontrato risultati diversi?

Ogni consiglio o suggerimento su cosa poter utilizzare su una pelle mista, sensibile e con presenza di punti neri e pori dilatati è incredibilmente gradito!

Grazie,

Francesca

 

Annunci

25 pensieri riguardo “Maschere viso a confronto : Delidea vs Cien

  1. Quella della Delidea l’ho provata anche io la scorsa settimana e non ci ho trovato proprio nulla di speciale, se vuoi qualcosa che funzioni bene ti consiglio l’Argiltubo all’argilla verde della Argital, tira la pelle ma non è fastidioso però aiuta molto per la pelle grassa, altrimenti va bene anche l’argilla in polvere da mischiare all’acqua ma per comodità preferisco il tubetto già fatto 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Sia chiaro: non so resistere alle minitaglie.
    Tuttavia per le maschere preferisco ancora i tuboni, con tutti i pro e contro del caso. Ma prima o poi Delidea mi avrà!
    L’ultima monodose acquistata è stata di Cattier, e spero di provarla quanto prima!

    Piace a 1 persona

    1. sai che, io ne ho provate di alcuni tipi di maschere monodose, ma mi viene da dire che col tubo sprechi meno?
      Puoi decidere quanto usare e una volta finito di stendere la maschera chiudi il tappo e il prodotto è sempre fresco e pronto all’uso….
      Ho nella mia “lista dei desideri forse un giorno riuscirò a comprati” almeno due o tre versioni di maschera tubo, mi sa che cederò senza ombra di dubbio prima o poi….

      Piace a 1 persona

    1. Fino al momento della recensione non ero un tipo da maschere, ma ho compreso che non posso sperare nella fatina dei punti neri se voglio una pelle accettabile….
      Delidea e cien sono state le prime due che ho provato, ora ne sto provando altre che mi piacciono abbastanza, quelle montagne jeunesse per esempio sono efficaci e hanno un ottimo prezzo

      Mi piace

  3. Proprio ieri alla LDL ho visto la maschera della Cien e la tentazione di provarla era forte, poi ho desistito e sono passata oltre. Dopo aver letto la tua recensione posso dire: meno male!!!
    Io ho la pelle sensibilissima e tante imperfezioni,come punti neri e brufoletti.
    Per far sparire tutto sto usando la maschera purificante della Caudalie, e la Black Mask della pilaten, con queste due almeno una volta a settimana faccio una maschera per lo peeling.
    Ovviamente non è da meno la cura del viso quotidiana, uso sempre e solo il gel della Nuxe e L’effaclair A.I. del quale non potrei vivere senza, è una manna dal cielo. Lo applico solo sulle imperfezioni (brufoletti) e nel giro di due giorni spariscono!!
    Infine ho la sfiga delle macchioline, rimangono mesi sulla pelle a dirmi “rammenta,qui c’era il brufolo Orazio!”, ma siccome non le voglio ascoltare e sentire sto applicando ogni notte e ogni mattina il siero della Pupa contro le macchie 😀
    Comunque trovi le recensioni di tutto (o quasi) nel mio blog!
    SMACK!! 😀

    Mi piace

    1. Senz’altro andrò a dare un’occhiata alle recensioni così mi faccio una idea di un po’ di prodottini nuovi, grazie mille!
      Non ho mai pensato di battezzare i miei punti neri, sono con me da così tanto che potrebbe essere un gesto amichevole nei loro confronti in effetti XD
      Ora sto testando una maschera, per le pelli miste e impure e da qualche settimana ho messo alla prova un peeling che mi sta piacendo tanto….
      Ma ora che mi hai fatto pensare al nome per i punti neri, quasi mi dispiace mandarli via 😀

      Mi piace

      1. Allora liberiamo i punti neri!
        Ti dirò, non sono una persona da “bio a tutti i costi” per moltissimi motivi, però devo e voglio stare attenta agli inci perche ci sono alcuni ingredienti che la mia pelle proprio non sopporta….
        E anche perché mi piace sapere dove e come spendo i miei soldi, non è raro scoprire ottimi prodotti anche tra i marchi non bio 😉

        Mi piace

  4. Non ho maschere viso da consigliarti (provate su di me almeno), visto che abbiamo due tipi di pelle opposti e io tendo a fare dei trattamenti più idratanti che purificanti, ma Montagne Jeunesse offre tutta una serie di sauna masks, ideali per la pulizia profonda del viso, grazie al calore sprigionato dal prodotto messo a contatto con la pelle: http://www.my7thheaven.com/shop/face-masks/sauna Queste invece quelle consigliate, più in generale, per la pelle impura: http://www.my7thheaven.com/shop/skin-type/oily

    PS: Alla menzione del Topexan, quasi soffocavo. Anni ’80/’90 tornati in superficie con furore. E chi se li scorda. xD

    Mi piace

    1. Avevo iniziato a descrivere anche gli scrub, associandoli alla canzone “no scrubs” delle TLC, ma troppi ricordi mi hanno offuscato la mente e ho dovuto cambiare rotta….
      Grazie mille per i preziosi consigli su montagne jeunesse, devo tassativamente provarle queste maschere, per motivi che non conosco le ho sempre piuttosto snobbate forse la scelta estetica dei frutti/fiori che escono dagli occhi delle modelle mi ha un po’ lasciata perplessa, ma ora sono convinta del loro valore e partirò con la forza di una amazzone alla ricerca della maschera perduta!

      Piace a 1 persona

      1. Oddio le TLC. *___* Gesù mio, qui si sprofonda nei ricordi per davvero! Correva l’anno 2000-01…

        Sono d’accordo sulla grafica un po’ (tanto) pacchiana delle maschere MJ. xD Decisamente, pare la fiera del frutto esotico, hahah, ma per fortuna ciò non si ripercuote sulla qualità finale del prodotto.

        Oggi ho ricevuto l’ordine (mega haul) fatto su amazon.it e il mio armadietto del bagno si è arricchito di altre 27 maschere viso. Diciamo che starò bene per un bel po’. Ho incluso anche delle maschere di tessuto (in bambù) che mi dicevano troppo: “Comprrrrraci!”. xD

        Mi piace

      2. Sai che alla fine sono riuscita a trovarne anche io due mascherine di MJ? Le ultimeeee! Le tengo con la parte dell’inci visibile perché la donnina con le foglie che le spuntano dagli occhi mi fa un po’ senso….
        Però un primo tentativo già l’ho fatto e devo dirti GRAZIE! Mi hai aperto un mondo fantastico che non conoscevo e che mi sta dando già risultati, sono commossa!!

        Piace a 1 persona

      3. Hahah, davvero vorrei scambiare due parole con il grafico MJ!

        Figurati! ❤ Per me è sempre un piacere diffondere il verbo dei buoni prodotti, soprattutto se risultano efficaci proprio come lo sono su di me.

        Sei stata fortunata ad accaparrarti le ultime due! Quando le prendo da Claire's, l'espositore sembra essere sopravvissuto al passaggio delle cavallette. xD

        Mi piace

  5. Ho provato il gel detergente Cien, all’inizio mi era piaciuto ma con il tempo mi ha dato problemi di sensibilizzazione.. quindi immagino che la maschera non sia da meno. Mi incuriosisce molto la maschera Delidea, credo ci farò un pensierino appena finirò le scorte 😀

    Mi piace

  6. Ciao Francesca, da amante delle maschere come sono ho provato quella mela e bambù della Delidea. Per la mia pelle sensibile era un po’ troppo aggressiva, però devo ammettere che l’ho provata in un periodo in cui la mia pelle era un po’ maltrattata! è un po’ che penso di riprovare questo prodotto, mi sa che la infilerò nel mio prossimo carrello da eccoverde o tigotà 🙂

    Mi piace

    1. Eh in effetti ogni pelle reagisce in maniera diversa è molto dipende anche dallo stile di vita, dall’alimentazione e molti altri fattori…
      Però delidea fin’ora mi è piaciuta come marchio, se hai la pelle sensibile prova una alternativa idratante, se non sbaglio dovrebbe esserci!
      Poi ovviamente fammi sapere come ti sei trovata, la mia pelle muta le sue richieste di idratazione periodicamente, non si sa mai quando potrei aver bisogno di un po’ di coccole in più 😉

      Piace a 1 persona

      1. L’ho comprata ma ancora non l’ho usata 😊 ti farò sapere molto volentieri! Comunque purtroppo avendo la pelle mista con impurità sul mento ma sensibile devo usare qualcosa di purificante senza aggredire troppo la pelle e idratandola al tempo stesso! In genere uso prima la maschera purificante poi un prodotto idratante. Al momento come maschera idratante uso beauty Farm di neve che ADORO oppure la maschera Caudalie 😊 ti consiglio entrambe!

        Mi piace

      2. Per la pelle sensibile ho sentito parlar bene dell’argilla, io ho avuto una buona impressione con il ghassoul (ma sconsiglio la saponetta che è un po’ aggressiva) penso che lo ordinero in pasta pronta da usare per non stare a sbagliarmi con le dosi 😀
        Io ho la pelle indecisa e sai che ti dico? Faccio le maschere a puzzle, nel mento naso fronte un tipo zigomi un altro collo e guance un altro ancora, certo è orribile da vedere eh? Però evito di stressare la pelle con prodotti che non sono adatti alle sue esigenze…..

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...