Pubblicato in: cura del corpo, Discount folies

Detergenti (non solo) intimi a confronto : Biolis VS Soft & Sensitive

face5

Guarda bene questa faccia.

Se la riconosci negli ospiti usciti dal tuo bagno, significa che hanno visto il detergente intimo poggiato sul lavandino.

E il loro pensiero senza dubbio è il seguente:

“Ma come diamine fa a farsi il bidet sul lavandino??”

Perciò, per il bene comune, se anche tu sei solita utilizzare i detergenti intimi non solo per l’intimo ma anche per il viso, travasali in contenitori non riconoscibili o ricorda di spostarli (almeno quando hai ospiti…).

Mi sembrava una premessa sinceramente doverosa, a me è capitato e non è davvero semplice trovare delle giustificazioni che non sembrino delle scuse campate in aria, un pò sullo stile che si poteva sentire ai tempi delle superiori con la mamma che sentiva puzza di fumo sui vestiti….

In quel caso c’era ancora la possibilità di fumare all’interno dei locali (una delle cose più dannose del creato!) il che rendeva piuttosto credibile ogni macchinosa invenzione di sorta, ma nel caso del detergente intimo le strade sono solo, sempre e soltanto due :

  1. aprire la serata a tremende battute sull’associazione intimo-viso, cadendo nello squallidume in tempo praticamente zero;
  2. regalare ai tuoi ospiti impagabili momenti di intensi pensieri sulle tue qualità circensi per detergerti intimamente con mosse contorsioniste sul lavabo.

Sicchè oggi ho pensato di mettere a confronto due detergenti intimi, che ho scelto di utilizzare sia sopra che sotto, ovvero sia per il viso che per l’intimo.

Posso aggiungere anche una cosa che non ha potenzialmente nulla a che vedere con la mia opinione sull’efficacia del prodotto?

Ho scelto di acquistare la versione Biolis perchè aveva la scatola di cartoncino, il che mi faceva ben sperare sul fatto che l’azienda avesse sentito i miei improperi sulla triste scelta di dotare i prodotti di tappo-botola-malefica che perde se inclinato di 0,0000001 gradi.

Ti sei persa i miei improperi? Nessun problema, li puoi trovare tutti insieme appassionatamente senza censura proprio QUI.

Non che non esistano dei prodotti di questa marca confezionati su dei magnifici tubi in plastica morbida che, una volta chiuso il tappo non perdono manco a morire, ma nel mio negozio Tigotà non c’erano.

Non c’erano, PRIMA.

Sono tornata di recente e non solo ho visto miliardi di tubi Biolis sparsi a casaccio nei posti più impensabili ma ora, quei tubi maledetti, sono disponibili anche in un conveniente e pratico formato viaggio!

Ah………Ah………Ah………

Divertente Tigotà, davvero davvero divertente……..

face2

Regalerò alla storia qualche informazione relativa a Gottardo, azienda familiare che nasce e si sviluppa a Piazzola Sul Brenta (PD) muovendo i primi passi sul mercato già dal 1987 e che, negli anni, ha acquisito i marchi Prodet e Acqua & Sapone, creando una unica realtà di retail di prodotti per la casa, persona e animali, sotto il marchio Gottardo SPA, appunto.

Sembra una cosa inutile questa ma in realtà il marchio Biolis è di proprietà di Gottardo, sicchè le due cose si legano indissolubilmente, tant’è che i prodotti a marchio Biolis si trovano infatti in esclusiva nelle insegne Acqua & Sapone e Tigotà.

Di fatto però, Gottardo li immette sul mercato ma lo sviluppo dei cosmetici è stato assegnato alla padovana S.I.P.R.E.S che si occupa di ricerca e produzione conto terzi di cosmetici e dermocosmetici.

E’ un attimo difficile riuscire a districarsi tra le certificazioni ed i valori delle aziende che, presi singolarmente servono a poco, ma rivalutati in sinergia riescono a dar vita a dei prodotti che, nel caso di Biolis, sono vegani, cruelty free, prodotti con l’impiego di energia rinnovabile, privi di siliconi, petrolati, sles, e un mucchio di altra roba.

Sappi che comunque un pò ne resta di roba anche se hanno eliminato di tutto e di più, tranquilla! Non comprerai un flacone vuoto…Anche se così in effetti non rischieresti che si distribuisca involontariamente ovunque, tranne dove serve a te…..

Comunque, la mia esperienza con questo prodotto (TAPPO ESCLUSO) è davvero positiva, lo ammetto!

Lo si trova facilmente nei negozi Acqua & Sapone e Tigotà nella versione camomilla o bardana ed entrambe hanno un costo di 2,99 € per 200 ml di prodotto.

E’ un gel trasparente di media intensità, nè troppo liquido nè esageramente denso ed ha un profumazione che trovo deliziosa, è molto fresca e maschile con note verdi e un pò marine che si sprigionano emulsionandolo con l’acqua, sniffando la confezione l’entusiasmo era -1000 perchè l’odore cartonato mi aveva già fatto maledire l’acquisto, fortunatamente bisogna dare tempo anche alle prime impressioni.

Non fa moltissima schiuma, il che personalmente mi sta bene, specie quando si tratta di detersione delicata e non aggressiva e questo prodotto lavora egregiamente su una pelle sensibile e mista, evitando di seccare e intaccare eccessivamente il film idrolipidico della pelle che risponderebbe, necessariamente, con un aumento esoso dell’untuosità che inizierà a riversarsi sul tuo viso come un simpatico fiume in piena.

Devo dire che riesce, sempre con l’ausilio successivo di una buona crema, a tenere sotto controllo anche la lucidità, benchè chiaramente non si possa gridare al miracolo “LUCIDO, ALZATI E CAMMINA!”.

Per quanto riguarda il suo utilizzo intimo posso dirti che sono stata egualmente molto soddisfatta, riesce a dare il meglio di sè in situazioni quotidiane di normalità, ma non si tira indietro neppure quando serve una marcia in più per sostenere un intimo vessato da cicli, moto-cicli, assorbenti, temperature tropicali, tsunami ormonali e simili.

Lascia una sensazione di freschezza e protezione intensa ma delicata, senza risultare aggressivo sulle mucose neppure in condizioni di “criticità mensile”, però lo posso consigliare davvero a 360° anche all’intimità maschile, mio padre ci si è fatto la doccia svariate volte (perchè mettersi inutilmente a leggere le etichette? se è in doccia serve a lavare….) senza mai lamentare effetti collaterali di bruciori, arrossamenti, pruriti ma ne è anzi uscito con dei capelli di un voluminoso da far impallidire le permanenti bigodino strettissimo degli anni ’80/’90!

Questo è il suo INCI :

aqua, cocamidopropyl betaine, glycerin, sodium lauryl sulfoacetate, chamomilla recutita flower extract, aloe barbadensis leaf juice, disodium 2-sulfolaurate, sodium methyl 2-sulfolaurate, lactic acid, ascorbic acid, tocopherol, sodium chloride, citric acid, parfum, benzyl alcohol, dehydroacetic acid, sodium benzoate, potassium sorbate, benzyl salicylate, hydroxycitronellal.

Dunque, c’è scritto “bio” nella confezione vicino alla margheritina, ma francamente io non ho visto certificazioni di sorta che vadano oltre alla dicitura “98% ingredienti naturali” sicchè non so darti indicazioni precise in merito, se posso (e posso…) proprio essere una fastidiosa pignola, sinceramente ma chi se ne frega della scatola di cartone? Tutte le informazioni sono riportate nell’etichetta incollata sul flacone, mi pare un doppio imballo di dubbia utilità….

Tocca ora alla versione mega-iper-super-extra low cost di Soft & Sensitive che io in genere non manco di acquistare quando al Tigotà è in offerta, questa confezione l’ho infatti pagata 0,99 € per 200 ml, ma mi è capitato di trovarla anche a meno, 0,69 € se non ricordo male….

Esiste in due versioni :

  1. viola purificante : alla malva
  2. arancio lenitivo : calendula

Anche in questo caso, trattandosi di nuovo marchio, ti racconto qualcosa in merito al marchio Converting Wet Wipes che produce questo specifico detergente.

Innanzitutto, caro Converting, sei una azienda Italiana ma ti fregi sul sito della dicitura “a family company“, uguale identico al claim di un’altra famosissima marca multinazionale perciò, a parer mio, dovresti seriamente pensare di cambiare versione perchè ho visto intentare cause e battaglie legali per molto molto meno!

Questa azienda Lombarda, garantisce valori di qualità, elevati standard di sicurezza, sostenibilità, etica, responsabilità ed innovazione che permettono la creazione di prodotti in linea con le richieste del mercato e con le nuove esigenze dei clienti, senza diminuire per questo la selezione delle materie prime e l’attenzione nelle formulazioni.

Non mancano, tra le referenze proposte, linee biologiche e certificate ICEA, affiancate da altre che, seppur non certificate sono inserite nel contesto delle formulazioni “naturali”.

Sono certa che forse il marchio Converting non ti dice nulla, ma i suoi prodotti li conosci senza alcun dubbio perchè comprendono tutte le linee relative a:

  • Sensurè
  • Aquasense
  • Baby clean
  • Dentamentin
  • Mister Clean
  • Soft & Sensitive
  • Baby lotion wipes
  • Mio baby
  • Dove non c’è acqua

Nello specifico il detergente intimo che ho scelto non è un prodotto BIO, non pretende di esserlo e, nonostante il delizioso pulcino dell’etichetta, non trae in inganno sfoggiando chissà quali trabocchetti o diciture ammalianti.

Ho fatto un tentativo utilizzando questo gel trasparente e fluido per lavare il viso, ma ha un odore drammatico, sono spiacente di dovertelo comunicare ma è un puzzo chimico che non ha una definizione specifica finchè non si arriva alle note di coda dove si percepisce vagamente il passaggio in autobus della malva.

A tal proposito, la versione calendula regala una profumazione più accettabile rispetto a questa, qualora intendessi fare un tentativo ma la sensibilità olfattiva ti faccia desistere.

Ma profumo a parte, comunque mi è piaciuto davvero molto, ne basta poco per riuscire a detergere davvero bene, si crea una schiuma morbida e l’ho trovato veramente ottimale nella sua funzione “purificante” sia per la zona intima in periodi di arrossamento da sfregamenti, assorbenti, canicole varie etc, ma è ottimo anche per i piedi olezzosi post scarpe da ginnastica.

Certo, non è che contiene quantità spaziali di piante officinali, tant’è che malva e timo occupano gli ultimi due posti dell’INCI, dunque con presenza quasi insignificante, però nonostante questo mi ci sono trovata veramente bene per ogni destinazione d’uso, per il viso poi funge da antisettico in maniera molto delicata, la mia pelle mista non ha risentito di un lavaggio troppo “approfondito” e non ha risposto male, peccato per il tanfo atomico che mi ha impedito di impiegarlo per quell’uso esclusivo!

Questo, come sempre, il suo INCI completo :

aqua, sodium coceth sulphate, cocamidopropyl betaine, lauryl glucoside, sodium lauroyl glutamate, sodium chloride, phenoxyethanol, lactic acid, glycerin, guar hydroxypropyltrimonium chloride, parfum, gliceryl laurate, malva sylvestris leaf extract, thymus vulgaris extract.

Si, lo so che questo non è il prodotto “magia natura“, pur non intendendomi di inci lo immagino e basta fare una piccola ricerca per valutare e verificare i sintetici contenuti, ma come avrai ormai capito (perchè ti sto portando ad una simil-esasperazione in questo senso…) non mi piace viaggiare solo su un binario per mille motivi, perciò visto che credo nella possibilità di trovare una buona “via di mezzo”, ti propongo quelle che per me sono accettabili e gestibili, poi è chiaro che ogni persona deve scegliere in autonomia ciò che ritiene più adatto al proprio stile di vita.

Non ti arrabbiare, dai 😦

A proposito di arrabbiare, io ho detestato e tutt’ora non provo simpatia per il tappo satanico di Biolis ma il negozio Tigotà su questo non può essere responsabile perchè ovviamente mica può mettersi a svitare e cambiar tappi….

Anzi, mi piace molto l’attenzione, la cortesia e la disponibilità delle ragazze che lavorano nel punto vendita, riescono ad essere gentili e preparate senza diventare ossessive e pesanti pur di venderti qualcosa, il che rende la loro pazienza una dote che diffondono a profusione quando fanno qualche dimostrazione o sessione di make up-tutorial.

Ci vado abbastanza di frequente quando mi serve qualcosa, perchè hanno una varietà davvero imponente di prodotti e degli ottimi prezzi, ma caro tappo a botola, ti odio lo stesso!

Quindi, concludendo, condividi anche tu l’uso misto o riconvertito dei prodotti per altri usi rispetto a quelli previsti in etichetta?

Ti è mai capitato di utilizzare questi detergenti?

Fammi sapere, la mia lista dei “da provare” è sempre aperta alle nuove aggiunte!!

Ciao,

Francesca

38 pensieri riguardo “Detergenti (non solo) intimi a confronto : Biolis VS Soft & Sensitive

  1. (perchè mettersi inutilmente a leggere le etichette? se è in doccia serve a lavare….) e il passaggio in autobus della malva!!! ahahhahaha…ma come fai?? come ??? 🙂
    Sono bellissimi i tuoi post perchè oltre all’utilità e ai preziosi suggerimenti mi piace molto l’idea di dare spazio alle case produttrici e segnalare pro e contro, poi fatto nel tuo modo con la tua scrittura è fantastico! Adoro la tua ironia e il tuo sarcasmo…

    "Mi piace"

    1. Mio papà è una roba incredibile quando ci si mette, te lo assicuro ma nonostante tutto il detergente intimo gli fa dei capelli super voluminosi stile afro! Sei troppo gentile a farmi tutti questi complimenti potrei quasi rischiare di prendermi sul serio…uhm no questo sarà difficile che accada….
      Comunque grazie grazie grazissime 😉

      Piace a 1 persona

  2. Ahahah XD a me fa ridere come certe persone possano pensare di non poter usare il detergente intimo sul viso…è molto più indicato! Non so, sembra che non sappiano come lavarsi XD Comunque io ho usato con soddisfazione il gel detergente di Alkemilla al tè bianco (con un bel maxi formato da 500ml che non finisce mai) *_*

    Piace a 2 people

  3. Ho il soft&sensitive alla malva in bagno in questi giorni! Non è tra i miei preferiti, ti dico la verità. Mi è capitato di usarlo anche sul viso per rimuovere maschere casalinghe improvvisate ma continuo a preferire quello di Sensurè :D. Per il detergente intimo, in generale, guardo molto poco l’inci; ultimamente sto usando con piacere Lactacyd “fresh” ed è davvero molto fresh, come piace a me!

    Piace a 1 persona

    1. Io lo prendo quando è in offerta, costa poco e non aspettando mi chissà che risultati lo trovo adatto in versione “non troppe pretese”….
      Ne ho trovato un altro che mi regala una sensazione di freschezza e protezione maggiore (rimanendo ad una cifra bassa) visto che contiene tea tree oil ma non so se sia reperibile in tutti i negozi 😞

      Piace a 2 people

  4. anche a me capita di usare il detergente intimo per il viso, spesso sono molto delicati e la mia pelle lo necessita 🙂
    Sappi che farsi il bidet nel lavandino, a volte, è necessario se vivi all’estero… ahaha

    Piace a 2 people

    1. Si credo che a volte possa capitare una specie di “forza maggiore” anche se mi particolarmente comoda ed entusiasticamente ripetibile credo…..usarlo in maniera riconvertita come detergente viso invece è utile, se ben formulato è delicato anche con la pelle sensibile, e poi in fin dei conti, è pur sempre un detergente 😉

      "Mi piace"

  5. Quanto detesto le doppie confezioni! e se butti la scatola perdi le informazioni, oppure le hai doppie…
    Comunque io uso la saugella ma solo come intimo :/ però mi è capitato di usare le salviette intime per struccarmi 🙂

    "Mi piace"

    1. Io compro delle salviette per bimbi che costano poco, hanno un ottimo inci e sono un pacco enorme per struccarmi, mi ci trovo davvero bene….
      Le salviette intime le fanno sempre in confezioni piccole sicché non mi conveniva comprarle per quell’uso, considerando che le altre sono 72 e quelle intime 12 o 20 😞
      Pieno accordo sulla doppia confezione, tanto più questa che nelle etichette riporta le stesse identiche informazioni, proprio una cosa inutile al 100%….

      Piace a 1 persona

  6. Ciao, Francesca. Stiamo partecipando ad una Challenge e dovevamo scegliere tre persone da nominare. Abbiamo scelto te, perché abbiamo avuto più occasioni di confronto ed è stato sempre molto piacevole. Se ti va di prendere parte alla Challenge, questo è il link dell’articolo in cui ti abbiamo nominata: https://aportatadidonna.wordpress.com/2016/06/14/3-days-3-quotes-challenge-first-day/ . Speriamo ti faccia piacere partecipare. Un bacione, a presto! 🙂

    Piace a 1 persona

  7. Molto divertente e interessante il tuo articolo! A me è capitato di peggio, persone che mi chiedevano: ma come, usi il detergente intimo? Della serie che storia è mai questa, una donna che si lava le parti intime!!! Robe da pazzi. Comunque mia madre quando ero piccola usava un detergente intimo che prendeva in farmacia per lavarmi tutta quanta, perciò approvo questi doppi utilizzi.

    "Mi piace"

    1. Si ce ne sono di “puristi” che usano solo l’acqua, manco fosse acqua santa ( o acqua ossigenata…).
      Per carità, io sono contraria all’esagerazione che è sempre un concetto sbagliato, ma non mi pare che sia mai cascato a nessuno “l’intimo” per essersi fatti un bidet “saponato”….E poi scusa con la doccia non è uguale? Uno mica se la/lo stacca per entrare in doccia o in vasca quindi alla fine ti lavi sempre allo stesso modo o sbaglio?
      Mah, certe cose non sono sicura che riuscirò a comprenderle in questa vita, confido nelle future!

      "Mi piace"

      1. Io sono a favore sempre delle Travel size, perché odio gli sprechi e se ho la possibilità di provare un po di prodotto posso poi comprarlo in full size o usarlo senza troppi danni in un tempo limitato…..
        Con i prodotti eco bio che sono anche piuttosto costosi la trovo una politica che aiuterebbe davvero tanto….

        Piace a 1 persona

      2. Esatto! Sono d’accordissimo con te! Finché si tratta di bagnoschiuma pazienza, ma per shampoo e cosmetici trovo che la travel size sia una manna dal cielo. Anche perché la maggior parte dei prodotti che ho acquistato in formato mini non mi hanno soddisfatto abbastanza da ricomprarli!

        Piace a 1 persona

  8. Io avendo una faccia da culo uso il detergente per il volto. Quindi ho la certificazione per questo!!!! A volte lo faccio per la dermatite e poi non so che cosa mi è venuto alle mani (mi stavo spellando vivo) ho utilizzato lo stesso per lavarmi pure quelle, perchè in teoria dovrebbe essere meno “forte”, “meno chimico”. Il dermatologo mi ha detto ch e sono stressato e mi devo prendere le ferie. Volevo dirgli vaffanculo, ma sono stato educato! Alla fine ho risolto o quasi con i mitici provenzali. Ho usato però un paio di volte il Bilios alla camomilla e non mi sono trovato male. In genere non amo gli odori troppo dolci (tipo cocco è frocissimo, con tutto il rispetto per i gay che mi sono simpatici, anche se non tutti),. Per il resto concordo con Ila delle ricettedacoinquiline .. per esperienza c’è un sacco di gente che non sa che cos’è un detergente… terrrrrribbbbbbillllle!!!!!

    "Mi piace"

    1. magari tutte le “facce da culo” fossero come la tua, il mondo sarebbe decisamente migliore….(anche se non sono convinta che la tua lo sia…chiariamo!)
      i provenzali mi piacciono, anche se non tutti i prodotti, un paio di saponette tipo quella per il corpo all’argan ha salvato anche me in periodi di “muta” e spellamenti vari.
      Certo ecco, volendo parlare di faccia da culo, direi che il tuo dermatologo ha vinto il primo, secondo, terzo e premio consolazione! Certa gente proprio non ci arriva neanche con la prolunga, casi clinici persi che neanche Freud potrebbe ristabilire….
      Perchè il cocco è frocissimo? A me non dispiace affatto, ecco adesso mi hai smontato una profumazione che per me è quasi un must in estate 😦
      Non farmi venire in mente la tristezza degli zebedei arrossati di certa gente che non conosce il senso dell’acqua e di una mutanda fresca di bucato, ti prego, vorrei vivere ancora un pò con pensieri degni di essere pensati….

      Piace a 1 persona

      1. è frocissimo perchè ha una profumazione talmente naturale che rischio di magnarmelo 😀 e poi c’è stato un peri0do in cui ho abusto di cocco (il frutto eh) e sono andato spesso di corpo, quindi associo le due cose :-D. Ad esempio mi piacciono le profumazioni agli agrumi e via dicendo, e adesso che arriva l’estate non ci voglio pensare, in autobus saranno camere a gas. Che dici magari fai una maglietta con “io e te, con il the” e la indosso, così quando vado sull’autobus dico alla gente: lavateve!!! 😀

        Piace a 1 persona

      2. aahahahahah l’idea della maglietta non è niente male davvero non farmi venire strane idee perchè potrei pure inventarne qualcuna….
        Ma concordo, io soffro di attacchi di panico e per me in generale la folla non è gradevole, quando ha l’ascella assassina lo è ancora meno che poi voglio dire ma non ti senti? Io se puzzo lo sento alla grandissima e pur di non uccidere chi mi sta intorno sto con le braccia talmente strette al corpo da farmi venire gli avambracci blu, questi a furia di annusare tanfi acidi si saranno bruciati le narici…
        Il cocco è bono, non c’è niente da fare strano che a me non abbia mai dato influenze intestine visto che sono delicatissima sotto quel punto di vista…Però il profumo è gradevole specie quando è naturale e a te che te frega tu mordi, tra tante scorze dure qualcosa di buono potresti pure trovarlo!

        Piace a 1 persona

      3. Comunque la sensazioni di sporco spesso è alterata. Anche io a volte sento che puzzo, ma in realtà non è così… certo ci sono quelli che sanno di tartufo e funghi champignon e che to dico a fà! Sul cocco dovrò ritentare…

        Piace a 1 persona

      4. riavvicinati al cocco a piccole dosi, magari aiuta…
        Vero sul fatto che non sempre puzza=sporco e che ogni persona ha un proprio odore in un range da “cinghiale selvatico delle steppe” a “pricipessa del bosco fatato fiori, rugiada, lamponi e more” ma il mondo è pieno di ottimi prodotti che permettono una civile convivenza olfattiva, vale la pena utilizzarli direi 🙂

        Piace a 1 persona

      1. mamma mia, ora curiosità e timore di scoprire cose terribili stanno facendo a pugni dentro la mia testa per capire chi deve avere la meglio!
        Non voglio infierire perchè ogni persona vive l’igiene personale….personalmente appunto! Ma mi sono capitate alcune occasioni in cui mi sarei voluta eiettare nel cielo tipo seggiolino dell’aereo post-esplosione…..

        Piace a 1 persona

      2. Non dirmelo… Ho assistito a cose che non puoi immaginare… L’anno scorso siamo dovute scappare dalla casa in affitto perché la nostra coinquilina e il suo fidanzato non erano molto igienici…

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...