Pubblicato in: chiacchiere miste

A volte ritornano… (purtroppo per te)

Ehm, Blog ci sei?

Mi senti?

Sono io, Francesca.

Si, si lo so e hai perfettamente ragione, non ti avrei dovuto abbandonare alla solitudine per così tanto tempo, ma credimi non ce l’ho con te!

Ora però non fare così Blog, dai su, un pò di contegno! In fin dei conti sono tornata e ti sto chiedendo scusa per l’attesa, sarebbe stato peggio se ti avessi chiuso o cancellato completamente, non credi??

E allora guarda il lato positivo (se non lo trovi subito, continua a cercare, prima o poi un lato lo trovi di sicuro…), in questo modo hai avuto il tempo di riposarti.

Porta pazienza anche tu che mi leggi, sono una persona deliziosa (a volte, molto raramente), ma sto valutando di farmi impiantare dei led per segnalare la mia deliziositudine, così a scanso di equivoci :

  • verde = sorrisi a profusione e abbracci gratis;
  • giallo = posso elargire parole di medio conforto per non più di 10 minuti consecutivi;
  • rosso = allontanarsi subito, fusione nucleare in corso.

In queste ultime settimane l’astro “sfiga” è entrato in rotta di collisione con “la via dei problemi”, entrambe si sono successivamente incontrate con la luna piena nella casa “eh che caspita, tutte a me”.

Benchè io generalmente riesca a trovare enorme giovamento nel prendermi un pò in giro e scrivere qui con un pò di ironia e leggerezza, ho avuto delle difficoltà negli ultimi tempi a far incontrare i miei 4 neuroni per cercare di partorire qualcosa di media comprensione (media, a dirla tutta forse anche meno a giudicare dagli articoli precedenti 😐 ).

Ho intravisto anche qualche commento in attesa di giudizio divino e pubblicazione (ciao Svirgola!), ma anche un miliardo di nuovi articoli che spero non vengano inghiottiti dalle forze oscure del “lettore”, mi spiacerebbe perderli senza averci dato almeno una sbirciatina.

Questo mi permetterà anche di vergognarmi orribilmente ed ampiamente, stesa su dei chiodi arrugginiti, a causa del drammatico e spietato confronto tra quanto/come/cosa/perchè/qui/quo/qua io scriva e quanto produciate invece voi.

Ah, ti presento Matisse, il gatto dei miei ex sopracini (abitando sopra di me, non potevo chiamarli semplicemente “vicini”….) che ha vinto la selezione per diventare “gatto copertina dell’articolo”.

Passava le giornate a fissare le persone dal terrazzo, salvo una sera decidere di buttarsi giù, ritengo per salutarmi più da vicino.

Non si è fatto nulla eh? Inoltre gli ho potuto fare un pò di coccole prima che cambiasse definitivamente casa, per amore degli animali devo comunicarti anche che la mia cagnolina, (notoriamente anti-gatto) vedendo sto batuffolone un pò intimorito dopo essere precipitato dal cielo, gli si è seduta vicino senza fare neppure un abbaietto.

E brava Sally.

E bravo anche tu, Blog, che mi hai perdonata.

E tu, beh tu mica vorrai tenermi il muso, no?

Perchè così potrei addirittura pensare che le mie superfantameravigliose recensioni di saponette ti siano indispensabili al punto da esserti mancate!

In realtà se anche non ti sono mancate, prossimamente te le beccherai tutte le mie idiozie idee originali ed alternative! 😉

CIAO!

Francesca

Annunci

82 pensieri riguardo “A volte ritornano… (purtroppo per te)

    1. La gioia esagerata che mi infondono queste parole mi fa quasi pensare di essere normale, ma mi sono appena guardata allo specchio e sembra che sia uscita dalla galleria del vento (compresa la maglietta al contrario)…perciò ho la sicurezza di essere proprio io!
      Grazie, infinitamente grazie!

      Piace a 1 persona

  1. 1. Sentiti libera di scrivere quando e cosa ti pare.
    2. Sentita libera di leggere chi e quando ti pare.
    3.Io sono contento che ci sei, anche con i tuoi tempi e con i tuoi prodotti che poco si accordano con il mio fisico e sesso 😉

    Piace a 2 people

    1. In un certo senso è vero, anche se purtroppo non ho accantonato il blog volutamente, diciamo che a volte ti cascano addosso eventi e tocca che prima di ricominciare, riporti un po’ di equilibrio 😉
      Grazie comunque per il sostegno, è bellissimo ritrovarvi tutti qui pieni di energia e affetto!

      Mi piace

      1. Ma buongiorno!…tranquilla…io idem con patate! adesso dopo una settimana sto leggendo i vostri articoli (ne ho diciotttoooooo!) senza aver prodotto niente…che vergogna pensavo stamane…ma adesso ti leggo, sorrido e … passato tutto! Grazie.
        Un abbraccione.

        Piace a 1 persona

    1. Eh si, penso che tenterò un brevetto un pò come quei famosi anelli cambiacolore in base all’umore che c’erano quando ero più piccolina….
      I led sono più immediati e poi potrebbero essere facilmente integrati in oggetti d’uso comune, evitando problemi davvero enormi (specie in caso di avvicinamento in fase “fusione nucleare”)

      Piace a 1 persona

    1. Troppo buono, ma non puoi giocare coi gatti volanti senza ombrello.
      Soprattutto se i gatti non erano del tutto convinti di voler volare.
      Perchè fanno la cacca, in volo, e ti assicuro che levarla dal muro non è affatto facile.
      Nonostante tutto lui è un bel micio e scartavetrare la cacca dal cemento in qualche modo è valsa la pena….

      Piace a 1 persona

      1. Oddio… mi si è formata in testa un’immagine strana. Piazza Duomo a Milano con tanti gatti volanti al posto dei piccioni. Un massacro di cacchette stile stelle cadenti che imperversava sui turisti. Una specie di profezia… Devo contrallare se tra gli scritti di Nostradamus ci sia qualcosa di simile… Forse poi finiremo con il coccolare piccioni in casa mentre siamo seduti sul divano. Orrore.

        Mi piace

  2. Io non so cosa ne penserà il signor Blog ma per me tu sei ampiamente perdonata. Il blog non è mica un dovere. Deve essere un piacere. Ciò non toglie che la tua assenza si sia fatta sentire. Mi mancavano le chiacchiere bagnate nel tè. Ma ora sei tornata finalmente quindi sorrisone e abbraccio di bentornato per te. ☺

    Piace a 3 people

      1. Cavoli così però mi fai proprio emozionare….troppo gentile, davvero! A te mando un grazie grande e un po’ speciale, uno di quei grazie colorati e sinceri che non ama essere scambiato per un grazie di circostanza, anche le parole non amano essere fraintese 😊

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...