Pubblicato in: Senza categoria

Abitudini di bellezza TAG

Oggi mi piacerebbe rispondere a NaturalmenteJo che, incredibilmente impavida, mi ha taggata (a suo rischio e pericolo) per condividere le abitudini di bellezza quotidiana.

Un ringraziamento va anche e soprattutto ad Alessia di I love capelli ricci & personal care che è stata l’ideatrice di questa tag-iniziativa.

abitudini-di-bellezza-tag.jpg

Esistono poche e semplici regole da seguire, che ti riepilogo qui :

  • riportare l’immagine del TAG
  • ringraziare chi ci ha nominati e il creatore del tag
  • Riportare la propria beauty routine di viso, corpo e capelli mostrando i prodotti che si stanno utilizzando (si possono inserire ricette, pratiche particolari come bere tisane, fare meditazione ecc..)
  • taggare 7 bloggers e avvisarle della nomina

Ora, prima di cominciare a dire qualunque cosa, devo assolutamente fare una piccola premessa; una abitudine di bellezza, si presume preveda una certa costanza ed organizzazione dei prodotti utilizzati quotidianamente.

Nel mio caso, essendo probabilmente stata fabbricata con materiali di risulta o comunque di dubbia provenienza, “abitudine” è una parola che non fa parte della mia vita, oggi posso avere la pelle più grassa di un maiale cresciuto a burro e patate fritte, tra due settimane senza preavviso la stessa pelle può diventare secca e arrossata con la sola imposizione delle mani.

Perciò, prendendo spunto dagli altri tag realizzati in precedenza, farò finta che la routine che sto per scriverti sia quella “quotidiana”, sottintendendo che invece la mia vita (beauty e non…) è ordinaria e parzialmente pianificata follia.

ROUTINE VISO:

Adoro le saponette, perciò ne utilizzo di specifiche anche per il viso.

Dopo il fallimento con la versione ghassoul di TEA natura, sono passata alla saponetta al sale rosa dell’Himalaya, (di cui ancora non ti ho parlato, ma lo farò presto) che utilizzo per detergermi il viso un paio di volte a settimana.

IMG_3185.JPG

Per tutti gli altri giorni non coperti dalla detersione con la saponetta, attualmente mi affido al gel Vivi Verde Coop che, essendo molto delicato, pulisce senza essere eccessivamente aggressivo con la pelle.

IMG_1486

Al momento la crema viso che mi sta dando più soddisfazione in termini di idratazione e controllo lucidità è sempre a marchio Vivi Verde, nello specifico “Idratante e protettiva per pelli normali”, nella realtà dei fatti insieme alle pelli normali sono contemplate anche le miste.

Ed in effetti non mi crea problematiche evidenti di lucidità, è leggera e fluida ma idrata in maniera incisiva senza appesantire.

IMG_4663.JPG

Sempre con cadenza settimanale, concedo al mio viso una maschera purificante, diciamo che tra quelle testate fin’ora, ho riscontrato il maggior successo con la versione monodose di Delidea alla mela e bambù.

IMG_3301.JPG

ROUTINE CAPELLI :

Lavo spesso i capelli, sempre fermo restando le mie orribilmente mutevoli esigenze, tendenzialmente utilizzo uno shampoo eco-bio la maggior parte delle volte, seguito poi da uno o due lavaggi con uno shampoo dall’INCI accettabile, passaggio per me obbligatorio quando inizio a sentire i capelli appesantiti poco dopo il lavaggio,urlo disperato di una cute masochista che necessita di un lavaggio più profondo.

Per l’eco-bio shampoo, ho scelto la linea biologica di In’s con il suo Shampoo alle proteine del riso e olio di lino, lo trovo un ottimo prodotto sia riferendomi all’INCI che al suo rapporto quantità prezzo veramente conveniente (1,89 € per 300 ml),

IMG_1737

mentre per i lavaggi “più strong”, ho scelto lo shampoo antiforfora della linea Cien che trovo al supermercato Lidl.

IMG_3899.JPG

Visto che notoriamente i capelli trattati con shampoo eco-bio hanno la fastidiosa tendenza ad aggrovigliarsi peggio dei serpenti della mitologica Medusa, applico una buona dose di balsamo (di cui ancora non ti ho parlato, ma è tra le cose da fare non temere…) del marchio Genera all’aloe e camomilla.

IMG_4211.JPG

ROUTINE CORPO :

Non dimenticando la mia passione per le saponette, mi capita a volte di scegliere di fare la doccia con il sapone corpo Floralia all’olio di mandorle.

IMG_1577

In alternativa utilizzo il bagnodoccia alla malva e karitè della linea bio In’s, lo trovo un prodotto valido tanto quanto lo shampoo del medesimo marchio, ha una profumazione fresca e maschile che personalmente mi piace molto, ed in aggiunta a questo c’è il fattore convenienza del flacone da 400 ml venduto ad 1,99 €.

IMG_3882.JPG

Capita spessissimo che al posto della crema corpo utilizzi l’olio di mandorle, senza stare però ad ungermi come una frittella, ne metto qualche goccia nella spugna insieme al bagno/doccia e poi mi lavo, questo mi permette di uscire dalla doccia con la pelle morbida ed idratata.

IMG_1858

Anche il bagno schiuma alle mandorle, sempre a marchio I Provenzali, è entrato con vigore nel mio bagno, grazie alla sua profumazione paradisiaca di pasta di mandorle purissima è una coccola che mi piace concedermi nei momenti “no”.

Una crema che mi è molto piaciuta e che è veramente benefica per la leggerezza e freschezza di gambe e piedi è quella di Bionova, si assorbe rapidamente e l’olio essenziale di menta in essa contenuto regala una sensazione di giovamento alle gambe appesantite e combatte gli odori sgradevoli dei piedi.

IMG_2689

Concludo la routine corpo con le uniche cose che nelle mie giornate non mancano mai : the e tisane.

Adoro con ogni fibra del mio corpo i the verdi, ne consumo grandi quantità sia aromatizzati che non e, pur preferendo il sapore che regalano i the in foglia, spesso per praticità scelgo le bustine predosate.

 

IMG_4673.JPG

Senza comunque dimenticare i benefici delle tisane, sia di fiori che frutti,naturalmente…Ho scelto in questo caso i semi di finocchio per la loro azione digestiva, rinfrescante e piacevole in ogni momento della giornata.

Mi piace utilizzare i semi interi in infusione anzichè le classiche bustine, se non li hai mai provati dovresti farlo, si trovano abbastanza facilmente sfusi e ti assicuro che sentirai la differenza abissale che separa il profumo ed il sapore dei due.

IMG_4687.JPG

Infine devo tassativamente menzionare lo zucchero grezzo di canna, nonchè biologico ed equosolidale, di Coop.

Lo trovo una alternativa deliziosa allo zucchero semolato classico, benchè io non beva alcun the o tisana zuccherata, il sapore caramellato e tostato di questo zucchero esalta in maniera eccellente il gusto delle dolci preparazioni da forno casalinghe.

E non va sottovalutata la capacità che lo zucchero stesso ha, di fungere da naturale, economico, efficace e delicato scrub labbra e corpo.

IMG_4692.JPG

Mi rendo conto di disattendere le regole del TAG, ma non sono una persona che ama decidere per conto degli altri, mi tormenta il rischio di obbligare qualcuno disinteressato e snobbare i sostenitori, perciò scelgo di :

TAGGARE TUTTE QUANTE DESIDERINO CONDIVIDERE LE LORO ABITUDINI DI BELLEZZA!

Ciao e a presto!

Francesca

Annunci

20 pensieri riguardo “Abitudini di bellezza TAG

  1. Uso molti di questi prodotti, in particolare quelli coop.
    Non ho mai usato i prodotti Cien ma ne ho sentito parlare spesso positivamente.
    La prossima volta che vado a fare un salto alla Lidl devo ricordarmi di comprare un bagnoschiuma o uno shampoo 🙂
    Grazie per il post 🙂 Ciao!

    Piace a 1 persona

    1. Molti prodotti coop in effetti hanno un giusto equilibrio prestazioni/ingredienti/prezzo ma il caro vecchio lidl ha sempre qualche asso nella manica (o meglio, nel carrello!) e ha da poco sfoderato una linea super economica e totalmente biologica….e non è proprio niente male…
      Grazie a te della visita!

      Piace a 1 persona

  2. Devo fare pace con le spugne… ho la tendenza a lavarmi con le mani ma l’idea di aggiungere l’olio direttamente nella spugna è geniale!
    Il capitolo dopo è fare pace con i prodotti corpo in barattolo (ho le unghie troppo lunghe per certi packaging) 🙂

    Piace a 1 persona

    1. piccoli trucchi di una persona pigra! 😉
      sui prodotti in barattolo hai la mia piena approvazione, o li vendono con annessa spatolina o mi stanno antipatici, a parte la scomodità mi urta la possibilità di generare famiglie di batteri che poi devono vivere a mie spese…..

      Piace a 1 persona

  3. Bellissimo articolo 😉! Devo decidermi ad andare da in’s e provare la loro linea bio, mi attira moltissimo! Bellissima l’idea di aggiungere l’olio di mandorla al bagnoschiuma non ci avevo mai pensato 😉

    Mi piace

    1. In’s mi ha spiazzata con la linea bio giuro! Credevo cavalcassero l’onda del bio e proponessero prodotti a prezzi più alti giusto per il margine e invece la loro linea cura del corpo (ma anche alimentazione) bio è più che accessibile e di ottima qualità….
      Certo, rispetto ad altri prodotti ti propone solo un tipo/profumazione ma credo sia una scelta vincente soprattutto per convincere gli scettici, in fin dei conti i prezzi sono paragonabili (o addirittura più bassi!) di quelli delle tanto pubblicizzate marche…
      Fai un tentativo, se proprio non ti piace non ci avrai rimesso una fortuna 😉

      Piace a 1 persona

  4. Vediamo se tu riesci ad aiutarmi: ho una saponetta all’olio di cocco che non so proprio come diavolo utilizzare. Non ha solo olio di cocco nell’inci quindi non mi fido ad adibirla ai classici usi (es. struccaggio). È del marchio Sapone di un tempo e la linea è Alchimie d’Oriente. Su internet, su questa saponetta in particolare, non ho trovato na mazza e sta facendo la muffa nel cassetto XD

    Mi piace

    1. Uhm fammi pensare, dipende sempre quali sono gli altri ingredienti dell’inci, ma se è a base di olio di cocco dovrebbe essere una buona “schiuma d’emergenza per la depilazione”…
      Credo sia adatta in generale per la pelle secca ma sul viso ti consiglio di usarla 1/2 volte la settimana, in alternativa può diventare una sempreverde saponetta mani 😀
      Se proprio non riesci ad usarla per il corpo io ho riciclato orride saponette per combattere gli afidi sulle rose, sciogliendo qualche piccola scaglia di sapone con un po’ d’alcool in acqua e spruzzando poi la soluzione sulle rose. Non è un trattamento assassino come quelli che si comprano in negozio ma devo dire che negli ultimi 3 anni di spruzzaggi saponati le rose sono piuttosto felici e fioriscono abbondantemente 🙂
      Sinceramente del marchio sapone di un tempo conosco solo lo shampoo che ho provato con un campioncino ma i saponi non li ho mai visti, spero che tu riesca a sfruttarlo in qualche maniera 😉

      Piace a 1 persona

      1. Cocos nucifera oil, aqua, sodium hydroxide, potassium hydroxide, parfum, carthamus … flower, tetrasodium editronate, linalool.
        L’inci è questo 🙂 contiene anche patchouli e fiori di cartamomo. Se è adatto per pelli secche non ci siamo proprio in viso XD potrei davvero riciclarlo come sapone per le mani oppure sotto la doccia..? Posso provarla anche come crema depilatoria dici? Non sono molto esperta di saponette XD

        Mi piace

      2. Io con il sapone all’olio di mandorle riesco a farmi la doccia e aggiungendo un po’ d’olio puro sulla spugna non ho problemi di secchezza….
        Uso con successo un paio di saponi per la depilazione lampo, ma è bene che fai prima una prova su una piccola parte, contenendo oli essenziali e potenziali allergeni la pelle potrebbe reagire male, se dopo aver fatto un tentativo non hai bruciori rossori o fastidi, vai col riciclo creativo delle saponette 😀

        Piace a 1 persona

      3. Credimi ne so qualcosa! Ma bene o male fortunatamente sono riuscita anche a smerciare creme orribilmente siliconiche che mio padre usa con grande gioia sulle guarnizioni in gomma di auto e bici per evitare che si secchino 😉
        Al riciclo non c’è mai fine!

        Piace a 1 persona

  5. Geniale l’idea dell’aggiunta dell’olio di mandorle dolci al bagnoschiuma. Come prendere due piccioni con una fava, in termini di detersione e idratazione! 😀

    Molto carina la saponetta al sale rosa dell’Himalaya. Io uso quest’ultimo per cucinare e ora che ho imparato a dosarlo, non sento più la nostalgia del comune sale marino.

    Lo zucchero di canna, meglio se grezzo, è un’altra delle sostituzioni diventate fisse nella mia dieta quotidiana. Il saccarosio ormai lo snobbo alla grande. Povero. xD

    Sui tè, che te lo dico a fare! Concordo quando dici che sono decisamente più buoni quelli sfusi, con il loro sapore è decisamente più ricco al palato. La tisana all’ortica è qualcosa di eccezionale. Edulcorata con del miele d’acacia e ravvivata da una goccia di succo di limone, è stata una piacevolissima scoperta. Viva comunque le bustine, sulla cui praticità non si discute.

    Mi piace

    1. Come quasi tutte le grandi scoperte è stato un errore inizialmente quello dell’olio, ho pensato “vedrai il disastro che succederà mi si separerà la pelle come uno struccante bifasico”, perciò ti lascio immaginare l’estasi ultraterrena che ho provato quando, uscendo dall’asciugamano ho sentito la morbidezza modello alcantara…lo trovo un metodo veloce specie per l’estate!
      Lo zucchero di canna solidal di coop è pazzesco, non lo uso molto si mio ma lo sniffo senza ritegno più volte al giorno il profumo è ricchissimo di caramello, liquirizia, miele e cioccolato un vero orgasmo ” nasale” XD
      I the (e i balsami labbra) sono la mia debolezza, quando posso investo volentieri in qualcosa di più “ricco” delle bustine, ma senza denigrarle perché ci sono marchi che hanno prodotto comodi, convenienti e molto aromatici.
      Sai che mi incuriosisce il sale rosa in cucina?la saponetta l’ho presa credo per abituarmi all’idea e avvicinarmi a piccoli passi all’uso, devo tentare assolutamente…..

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...